Mass Effect Legion Network

On The Series => Universe => Topic aperto da: Mordin Solus - Ago 16, 2012, 05:33:21 am

Titolo: La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: Mordin Solus - Ago 16, 2012, 05:33:21 am
Ok ho avuto un'altra delle mie idee geniali. Mass effect é un videogioco fantascientifico con una fortissima componente scientifica. Chi é appassionato a ME solitamente é anche interessato un minimo all'universo (non vale per tutti  :yes:). Quindi pensavo che qui potremmo discutere della scienza dietro a mass effect e dell'universo in generale. Siccome lo Spazio é la mia passione e penso di prendere astrofisica all'universitá, sarei lieto di discuterne con chi e interessato.
Oltre alla scienza di ME si potrebbe parlare per esempio di buchi neri, galactic cores, bosone di higgs (che é fondamentale per l'universo di ME), la ricerca di pianeti uguali alla terra e di vita aliena e cosí via. Fatevi sentire  :spam: :puulise:
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: Epantiras - Ago 16, 2012, 11:40:47 am
Mi piacerebbe contribuire alla conversazione, se non fosse per la mia già citata ignoranza in materia :-(
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: Ellieshep - Ago 16, 2012, 12:04:33 pm
quoto compagna epantiras, mi piace l'argomento ma sono un'ignorante patetata
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: Mordin Solus - Ago 17, 2012, 08:13:56 am
Non dobbiamo cominciare in maniera pesante :) Comunque neanche io riesco a comprendere la matematica complessa che stá dietro all'astrofisica, altrimenti non la dovrei studiare :D peró vi assicuro che é possibile discuterne senza tirare in ballo la matematica. Potremmo cominciare discutendo sul fatto se sia positivo o meno l'incontro con una razza aliena, anche se probabilmente noi non lo sperimenteremo......
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: Epantiras - Ago 17, 2012, 02:08:47 pm
Beh, visto che noi esseri umani siamo capacissimi di accogliere chi è diverso da noi, direi che incontrare una razza aliena sia una bazzecola ;-)

In ogni modo, gli alieni me li immagino di più come gli hanar o gli elcor, piuttosto che creature antropomorfe come i salarian o i turian.
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: Mordin Solus - Ago 17, 2012, 05:29:13 pm
Secondo me l'incontro con una razza aliena sarebbe un disastro. All'inizio ci sarebbe un magnifico boom culturale e scientifico, ma bisogna considerare una cosa: l'universo ha quindici miliardi di anni, e noi come civilizzazione abbiamo occupato sí e no gli ultimi 6000 anni e come specie gli ultimi 2,5 milioni. Penso che le probabilitá che loro siano piú avanzati di noi siano molto alte. E se non mi sbaglio tutte le volte che l'uomo ha scoperto un'etnia inferiore (tecnologicamente) dopo breve tempo l'ha distrutta. Pensata agli indiani d'america, che erano mille anni indietro rispetto ai coloni. Citando machiavelli, l'introduzione di un potente forestiero é sempre ruinosa del principato. In poche parole se ci fosse un dislivello tecnologico abbastanza grande da consentire ad una specie di predominare sull'altra con pochi sforzi, sono sicuro che si arriverebbe ad una guerra. Se il dislivello tecnologico non é abbastanza grande, vi sarebbe una guerrra fredda. Nonostante ció stiamo cercando tramite dispendiosi progetti scientifici sia altri mondi simili al nostro sia altre razze aliene intelligenti......ma questa é una storia che spiegheró dopo, ora devo andare :the:
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: Epantiras - Ago 17, 2012, 07:47:31 pm
E' curioso che tu citi gli indiani d'America!! Proprio oggi pomeriggio ho visto un documentario sui devastanti effetti che la "civilizzazione" ha avuto sugli inuit... perdita delle tradizioni, suicidi, droga, alcool, difficoltà nell'integrazine ecc.
Temo che sia inevitabile cercare di "uniformare" chi è diverso, così anzichè perder tempo ad imparare la loro cultura per poterli gestire li trasformi in proletari sfigati da cui succhiare tasse. Ehm... scusate, mi sto infervorando.

Questa cosa di cercare forme di vita aliena a tutti i costi mi sembra da un lato molto infantile, dall'altro non riesco a non pensare che il fine ultimo sia trovarli prima che loro trovino noi per attaccare per primi - e rubare la loro tecnologia.

EDIT: volutamente soprassiedo all'effetto che può avere sulle religioni l'idea che ci siano altri esseri intelligenti nell'universo.
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: Mordin Solus - Ago 18, 2012, 09:35:04 am
Penso che parlando delle religioni con la dovuta moderazione non si rischi di offendere nessuno :sisi:. Comunque il progeto SETI (Search for Extra-Terrestrial Intelligence) sonda tutto lo spazio alla ricerca di onde radio non regolari (quelle regolari sono emesse da stelle di neutroni). Le onde radio sono un passo fondamentale nello sviluppo di una civiltá. Tutte le trasmissioni di dati Girano intorno alle onde radio. É possibile analizzare i dati del SETI per dare una mano agli scienziati sul sito web del progetto, accessibile a chiunque. Pr la ricerca di un pianeta simile alla terra la storia é piú complicata. Prima di tutto si individua una stella simile al nostro sole. Dopodiché si analizzano le radiazioni luminose che emette, cosí da intuire quali elementi la compongono. Il suo diametro e la sua composizione ne lasciano intuire la massa. Quando un pianeta che orbita intorno a quella stella le passa davanti, appare come un'ombra sullo sfondo incandescente della stella. É possibile cosí intuirne la distanza dal sole tramite il periodo di rotazione intorno alla sua stella. Infatti il periodo dipenda dalla distanza dalla stella, che bisogna trovare, e dalla massa della stella, rilevata con le tecniche precedenti. Scoperta la distanza dal sole e la temperatura di questo, é possibile stabilire se il pianeta possa essere simile alla terra. Se non mi sbaglio giá un migliaio di pianeti sono stati classificati come earth like. Appena avró un pochino di tempo parleró dei buchi neri, che sono una delle cose che mi affascinano di piú, e mi informeró sulla relativitá del tempo, che a mio avviso é un qualcosa di sbalorditivo
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: Epantiras - Ago 18, 2012, 12:48:51 pm
Chissà... s'impuntano a cercare pianeti "simili alla terra" perchè li ritengono possibili portatori di vita aliena (simile alla nostra) oppure perchè già pensano ad una via di fuga una volta che la Terra sarà irrimediabilmente compromessa dall'inquinamento? :D

La teoria della relatività è oltre ogni mia possibilità di comprensione... il fatto che Marylin Monroe l'avesse capita dimostra di quanto fosse dannatamente intelligente!!
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: Mordin Solus - Ago 18, 2012, 05:25:55 pm
Se non ci metti dentro la matematica non é impossibile da comprndere. Riguardo alla terra vorrei specificare che tra 5 miliardi di anni il sole diventerá una gigante rossa, poiché avrá finito il suo carburante (idrogeno) e comincerá a bruciare metalli pesanti (ferro, piombo....) espandendosi. Si espandera fino ad inglobare la Terra, che verrá completamente inceberita. Tra 5 mil. di anni non rimarra piú nessuna prova dell'esistenza dell'uomo, almeno sulla terra. Tutto quello che vediamo ora scomparirá completamente: cittá, monumenti, paesaggi, ogni singola traccia della nostra esistenza verrá cancellata definitivamente, e i futuri visitatori del sistema solare non sapranno mai che lí un giorno orbitava la terra, culla della razza umana. Per di piú tra 3 miliardi di anni la nostra galassia si scontrerá con quella di andromeda. Ma c'é ancora tanto tempo, e se l'uomo sopravviverá sino a quei giorni avrá giá trovato una soluazione. Sono indeciso se parlare di buchi neri, flare solari (che potrebbero distruggerci da un momento all'alrtro senza preavviso, o dello scontro tra galassie....
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: Epantiras - Ago 18, 2012, 10:52:55 pm
Beh, non dimentichiamo che ormai è appurato che l'universo si espanderà all'infinito, le stelle si spegneranno completamente e dubito sia possibile la vita in quelle condizioni. Avrei preferito che l'universo si contraesse per un nuovo big bang, almeno così la vita potrebbe ricominciare da capo - anche se questo vorrebbe dire la distruzione di tutto ciò che è stato prima.
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: caporaletravers - Ago 19, 2012, 02:15:11 am
Gli ultimi due post mi stanno facendo cadere in una sorta di depressione :(
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: Mordin Solus - Ago 19, 2012, 08:37:51 am
Riguardo all'universo che si espande all'infinito non sono molto sicuro, mi informeró (comunque sono sicuro che ci siano varie teorie).
Anch'io mi deprimo pensando a queste cose, ma probabilmente non per il tuo stesso motivo. La fine delle cose é un qualcosa di inevitabile, e pertanto va accettato senza rifletterci. Quello che mi deprime é la quantità enorme di potenziale, di conoscenza, la vastità che l'Universo possiede. Mi deprime perché nell'epoca in cui siamo nati ci é concesso di sfiorare solamente con la punta delle dita quello che é l'universo. Immagina: la via lattea ha dalle 100 alle 300 miliardi di stelle, con altrettanti pianeti. Nell'universo ci sono miliardi di galassie. Immagina quanti mondi, quante altre forme di vita intelligenti (con questi numeri é inevitabile che si formino), quanta conoscenza, quanta cultura é racchiusa nell'universo e nei loro abitanti. Eppure a noi é concesso solamente di guardare da lontano l'universo e le sue galassie, senza poterne sbloccare il potenziale. Viviamo nella periferia di una galassia con un diametro di 120000 anni luce, e il massimo che siamo riusciti a fare é raggiungere la luna. La nostra galassia vicina (andromeda) ha un trilione di stelle (mille miliardi). Immagina la vastità, le altre forme di vita... E noi siamo confinati su questo pianetucolo, e magari a miliardi di anni luce di distanza, in una galassia lontana e a noi sconosciuta, su un mondo di cui non abbiamo mai sentito parlare, c'é qualcuno che guarda il cielo e pensa la stessa cosa. (tanto per farmi pubblicità questi temi sono contenuti mel racconto che ho scritto nella sezione free time, che é peraltro inerente a mass effect :D)
P.S: spero di non aver annoiato nessuno con questo papiro ;)
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: Epantiras - Ago 19, 2012, 12:26:43 pm
Purtroppo non credo che saremmo in grado di rapportarci ad una cultura aliena, forse nemmeno le nuove generazioni. Già tra di noi ci sono differenze abissali, ma siamo pur sempre tutti umani che vivono sulla Terra. Pensa ad una razza completamente diversa da noi che vive su un altro pianeta, completamente diverso dal nostro. Sarebbero incomprensibili.

Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: Mordin Solus - Ago 19, 2012, 04:17:10 pm
Io penso che forse una minuscola possibilitá ci sia, ma la razza dovrebbe essere inferiore. Poiché se fosse superiore ne avremmo timore e diffidenza, se fosse inferiore potremmo dominarla, senza tuttavia ottenere nessun progresso scientifico culturale notevole.
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: caporaletravers - Ago 19, 2012, 05:43:15 pm
Io penso che forse una minuscola possibilitá ci sia, ma la razza dovrebbe essere inferiore. Poiché se fosse superiore ne avremmo timore e diffidenza, se fosse inferiore potremmo dominarla, senza tuttavia ottenere nessun progresso scientifico culturale notevole.
Io preferirei incontrare una specie alla pari, così magari si potrebbero fare delle scoperte insieme, un pò come la Normandy SR1 fatta da Turian e Umani...
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: Mordin Solus - Ago 19, 2012, 11:04:37 pm
Io penso che forse una minuscola possibilitá ci sia, ma la razza dovrebbe essere inferiore. Poiché se fosse superiore ne avremmo timore e diffidenza, se fosse inferiore potremmo dominarla, senza tuttavia ottenere nessun progresso scientifico culturale notevole.
Io preferirei incontrare una specie alla pari, così magari si potrebbero fare delle scoperte insieme, un pò come la Normandy SR1 fatta da Turian e Umani...
se fossimo alla pari sarebbe ancora peggio secobdo me. Ci sarebbe una guerra fredda e l'eentuale scoppio di una guerra devasterebbe entrambi visto la paritá di forze. Ma perché gli umani sono aanzati come turian asari ecc.... Anche se hanno scoperto il olo spaziale mille anni dopo? É a causa degli archivi su Marte?
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: Epantiras - Ago 20, 2012, 10:05:31 am
Beh, l'idea di trovare i resti di una civiltà avanzata e di scoprire i loro segreti ha il suo fascino :-) un po' come le varie teorie complottistiche secondo le quali gli americani stanno studiando i resti dei dischi volanti.
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: Mordin Solus - Ago 20, 2012, 04:35:16 pm
Area 51 é famosa per gli avvistamenti di dischi volanti. Tuttavia in quell'area il governo americano faceva testare aerei spia militari che volavano ad altezze molto elevate :sisi:. Quello che non riesco a capire di ME é: siamo nel futuro, tutto é piú avanzato, tranne i datapad, che fanno veramente schifo...perché?
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: caporaletravers - Ago 20, 2012, 04:52:23 pm
Area 51 é famosa per gli avvistamenti di dischi volanti. Tuttavia in quell'area il governo americano faceva testare aerei spia militari che volavano ad altezze molto elevate :sisi:. Quello che non riesco a capire di ME é: siamo nel futuro, tutto é piú avanzato, tranne i datapad, che fanno veramente schifo...perché?
In che senso "tranne i datapad"?
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: Mordin Solus - Ago 20, 2012, 10:47:06 pm
Hai visto che sono solo arancioni e ci compare solo testo, niente immgaini? Sono una specie di tacquino elettronico :sisi:
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: Epantiras - Ago 21, 2012, 10:26:15 am
Beh, a dire il vero nel datapad che Joker da a Shepard alla fine di ME2 ci sono delle immagini. E che immagini :D

Sorry but you are not allowed to view spoiler contents.
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: caporaletravers - Ago 21, 2012, 04:56:56 pm
Hai visto che sono solo arancioni e ci compare solo testo, niente immgaini? Sono una specie di tacquino elettronico :sisi:
Meglio di niente no?
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: Epantiras - Ago 21, 2012, 06:31:01 pm
Potrei fare una battutaccia sul motivo per cui in Mass Effect usano i datapad anzichè gli Ipad....
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: Ellieshep - Ago 21, 2012, 06:34:59 pm
Potrei fare una battutaccia sul motivo per cui in Mass Effect usano i datapad anzichè gli Ipad....

oh ti prego non lasciarci mica con la curiosità ora D:
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: caporaletravers - Ago 21, 2012, 06:48:32 pm
Potrei fare una battutaccia sul motivo per cui in Mass Effect usano i datapad anzichè gli Ipad....

oh ti prego non lasciarci mica con la curiosità ora D:
Concordo, vogliamo sentire quella battutaccia XD
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: Epantiras - Ago 21, 2012, 09:45:14 pm
Non che sia una gran battuta... solo mi fa ridere un videogioco su XBox di Microsoft in cui i personaggi usano della roba Apple! Da Red Ring of Doom.
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: Mordin Solus - Ago 22, 2012, 11:29:56 am
Con battutaccia pensavo a qualcosa di cattivo. Avevo pensato a come sarebbe potuta essere ma forse é meglio se me la tengo :sisi:
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: Ellieshep - Ago 22, 2012, 11:39:50 am
Con battutaccia pensavo a qualcosa di cattivo. Avevo pensato a come sarebbe potuta essere ma forse é meglio se me la tengo :sisi:

no no cocco vale anche per te, mo la dici :3
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: Mordin Solus - Ago 23, 2012, 07:46:30 am
Ok, ma non prendetemi per un bastardo, semplicemente pensavo che la battuta a cui si riferiva epantiras fosse "malvagia" e quindi avevo pensato a questa (che poi non é neanche una battuta): nell'universo di mass effect non ci sono gli iPad perché al tempo di steve jobs non avevano ancora inventato il medigel. Ora posso andare all'inferno :sisi:
Titolo: R: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: hihey54 - Ago 23, 2012, 08:43:54 am
Beh, visto che noi esseri umani siamo capacissimi di accogliere chi è diverso da noi, direi che incontrare una razza aliena sia una bazzecola ;-)
Sei ironica?

Inviato da Tapatapatapa
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: Mordin Solus - Ago 23, 2012, 08:53:28 am
Penso che lo sia :sisi:
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: Ellieshep - Ago 23, 2012, 01:49:58 pm
Ok, ma non prendetemi per un bastardo, semplicemente pensavo che la battuta a cui si riferiva epantiras fosse "malvagia" e quindi avevo pensato a questa (che poi non é neanche una battuta): nell'universo di mass effect non ci sono gli iPad perché al tempo di steve jobs non avevano ancora inventato il medigel. Ora posso andare all'inferno :sisi:

 :facpalm: epantiras non fa dell'ironia così cattiva, vergognati  :what: per punizione ti dimezzeremo le razioni di cibo in scatola per un mese
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: caporaletravers - Ago 23, 2012, 04:11:40 pm
Ok, ma non prendetemi per un bastardo, semplicemente pensavo che la battuta a cui si riferiva epantiras fosse "malvagia" e quindi avevo pensato a questa (che poi non é neanche una battuta): nell'universo di mass effect non ci sono gli iPad perché al tempo di steve jobs non avevano ancora inventato il medigel. Ora posso andare all'inferno :sisi:

 :facpalm: epantiras non fa dell'ironia così cattiva, vergognati  :what: per punizione ti dimezzeremo le razioni di cibo in scatola per un mese
Povero :(
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: Epantiras - Ago 23, 2012, 09:13:54 pm
Mother of Amonkira. La battuta di Mordin è tosta. Mi piace :D
Sorry but you are not allowed to view spoiler contents.
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: caporaletravers - Ago 23, 2012, 09:47:40 pm
Mother of Amonkira. La battuta di Mordin è tosta. Mi piace :D
Sorry but you are not allowed to view spoiler contents.
Ok, questa è brutta, karma -1!
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: Mordin Solus - Ago 24, 2012, 02:47:01 am
Ok, ma non prendetemi per un bastardo, semplicemente pensavo che la battuta a cui si riferiva epantiras fosse "malvagia" e quindi avevo pensato a questa (che poi non é neanche una battuta): nell'universo di mass effect non ci sono gli iPad perché al tempo di steve jobs non avevano ancora inventato il medigel. Ora posso andare all'inferno :sisi:

 :facpalm: epantiras non fa dell'ironia così cattiva, vergognati  :what: per punizione ti dimezzeremo le razioni di cibo in scatola per un mese
Il cibo in scatola centra col bastardo no :D? (cosa mi posso aspettare dallo shadow broker? E poi hai visto mess perfect? Gli occhi hanno pratcamente color rubino :D)
P.S sappiamo tutti che in ME mordin é Tra i piú renegade ma non lo dá a vedere (e questa cosa mi piace :sisi::D )
PPS epantiras, perché citi proprio thane :D? É quello che penso io?
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: Epantiras - Ago 24, 2012, 02:56:49 pm
P.S sappiamo tutti che in ME mordin é Tra i piú renegade ma non lo dá a vedere (e questa cosa mi piace :sisi::D )
PPS epantiras, perché citi proprio thane :D? É quello che penso io?

Ma la tua battuta non riguardava curare Jobs col medigel?? Oddio avrò travisato tutto come mio solito??

PS ma non stavamo parlando di vita aliena intelligente e culture a confronto?
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: Ellieshep - Ago 24, 2012, 03:21:38 pm
in effetti qui la situazione sta degenerando e come nella maggior parte dei casi ho dato inizio io a tutto  :facpalm: torniamo on  :rotfl:
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: Mordin Solus - Ago 24, 2012, 07:18:00 pm
P.S sappiamo tutti che in ME mordin é Tra i piú renegade ma non lo dá a vedere (e questa cosa mi piace :sisi::D )
PPS epantiras, perché citi proprio thane :D? É quello che penso io?

Ma la tua battuta non riguardava curare Jobs col medigel?? Oddio avrò travisato tutto come mio solito??

PS ma non stavamo parlando di vita aliena intelligente e culture a confronto?
nonono hai capito bene ;) la battuta era su steve jobs, mordin l'ho citato perché la battuta era da "renegade" e mordin é renegade :D
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: caporaletravers - Ago 24, 2012, 07:55:38 pm
P.S sappiamo tutti che in ME mordin é Tra i piú renegade ma non lo dá a vedere (e questa cosa mi piace :sisi::D )
PPS epantiras, perché citi proprio thane :D? É quello che penso io?

Ma la tua battuta non riguardava curare Jobs col medigel?? Oddio avrò travisato tutto come mio solito??

PS ma non stavamo parlando di vita aliena intelligente e culture a confronto?
nonono hai capito bene ;) la battuta era su steve jobs, mordin l'ho citato perché la battuta era da "renegade" e mordin é renegade :D
Mordin non è renegade, lui aiuta la gente ma non si fa scrupoli ad eliminare possibili minacce... un renegade invece se ne frega di tutto questo...
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: Mordin Solus - Ago 24, 2012, 08:15:46 pm
Nonostabte shepard possa essere renegade aiuta comunque la gente, semplicemente lo fá in modo piú bad ass :D . Non dimentichiamoci che é stato Mordin a non esitare nel creare il genophage (quello che fá in ME3 lo considero come un tradimento dei suoi principi). Se quando eri su omega hai fatto fuori i batarian che tenevano in ostaggio il dottore (e io oooooodio i batarian) capirai che mordin é una specie di lawful renegade (per non parlare di maleon, il poveretto non é mai sopravvissuto nelle mie run :) )
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: Ellieshep - Ago 24, 2012, 10:17:37 pm
Nonostabte shepard possa essere renegade aiuta comunque la gente, semplicemente lo fá in modo piú bad ass :D . Non dimentichiamoci che é stato Mordin a non esitare nel creare il genophage (quello che fá in ME3 lo considero come un tradimento dei suoi principi). Se quando eri su omega hai fatto fuori i batarian che tenevano in ostaggio il dottore (e io oooooodio i batarian) capirai che mordin é una specie di lawful renegade (per non parlare di maleon, il poveretto non é mai sopravvissuto nelle mie run :) )

io non lo chiamerei
Sorry but you are not allowed to view spoiler contents.

comunque ricordatevi il tag spoilerrr
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: caporaletravers - Ago 24, 2012, 10:58:26 pm
Nonostabte shepard possa essere renegade aiuta comunque la gente, semplicemente lo fá in modo piú bad ass :D . Non dimentichiamoci che é stato Mordin a non esitare nel creare il genophage (quello che fá in ME3 lo considero come un tradimento dei suoi principi). Se quando eri su omega hai fatto fuori i batarian che tenevano in ostaggio il dottore (e io oooooodio i batarian) capirai che mordin é una specie di lawful renegade (per non parlare di maleon, il poveretto non é mai sopravvissuto nelle mie run :) )
EPIC FAIL perchè: [spoiler]Mordin non ha creato la genofagia, lui ha 50 anni e la genofagia è stata creata secoli fa, lui l'ha modificata[spoiler]
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: Mordin Solus - Ago 25, 2012, 03:09:05 am
Nonostabte shepard possa essere renegade aiuta comunque la gente, semplicemente lo fá in modo piú bad ass :D . Non dimentichiamoci che é stato Mordin a non esitare nel creare il genophage (quello che fá in ME3 lo considero come un tradimento dei suoi principi). Se quando eri su omega hai fatto fuori i batarian che tenevano in ostaggio il dottore (e io oooooodio i batarian) capirai che mordin é una specie di lawful renegade (per non parlare di maleon, il poveretto non é mai sopravvissuto nelle mie run :) )

EPIC FAIL perchè:
Sorry but you are not allowed to view spoiler contents.
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: caporaletravers - Ago 26, 2012, 09:32:43 pm
Nonostabte shepard possa essere renegade aiuta comunque la gente, semplicemente lo fá in modo piú bad ass :D . Non dimentichiamoci che é stato Mordin a non esitare nel creare il genophage (quello che fá in ME3 lo considero come un tradimento dei suoi principi). Se quando eri su omega hai fatto fuori i batarian che tenevano in ostaggio il dottore (e io oooooodio i batarian) capirai che mordin é una specie di lawful renegade (per non parlare di maleon, il poveretto non é mai sopravvissuto nelle mie run :) )

EPIC FAIL perchè:
Sorry but you are not allowed to view spoiler contents.
Immagino che anche su, se dovessi morire da un giorno all'altro vorresti riparare i tuoi errori, anche se sono grandi come la genofagia e potrebbero sconvolgere tutto... e poi i Krogan servono per vincere...
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: Mordin Solus - Set 01, 2012, 05:43:20 pm
We all are made out of stardust....per quanto poetica possa suonare questa frase è vera! Praticamente tutti gli elementi presenti nell'Universo si formano e disperdono tramite le esplosioni delle supernove, stelle supermassice al termine della loro vita, che esplodendo emettono un raggio di luce più luminoso di un'intera galassia, disperdendo tutta la loro materia a distanze incredibili. Solo pochi elementi (l'idrogeno è uno di essi) si sono formati con il big bang e non con le esplosioni delle stelle. Di conseguenza tutti gli atomi che ci compongono appartenevano prima ad una stella situata magari a migliaia di anni luce da noi, che esplodendo miliardi di anni fà ha proiettato nello spazio la propria polvere stellare (stardust) dalla quale si formò la Terra, quindi siamo tutti fatti di polvere di stelle :D
Not kidding Shepard, true science. Check out Google for confirmation. Will be here if you need me.


EDIT: beccati questa mass effect! Ovvero perchè l'Universo che abbiamo imparato ad amare è qualcosa di irrealizzabile http://www.stumbleupon.com/su/ANAXZt/:.DeW7U4y:U@l$FF7W/gizmodo.com/5957697/super+fast-space-travel-would-kill-you-in-minutes/
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: Simo_m9A1 - Gen 04, 2013, 04:29:48 pm
Conoscendoci come specie,sono d'accordo sul fatto che: o avremmo timore se la razza fosse superiore o che la sottometteremo,se inferiore...la convivenza paritaria e disinteressata con il diverso non è possibie :sisi: :yes:
Per quanto riguarda la relatività..l'ho capita ed è una seccatura..praticamente piu ti avvicini alla velocità della luce,piu l'energia richiesta per accellerare di pochissimo è esponenzialmente maggiore,a tal punto che per andare alla velocità della luce è rischiesta energia infinita. Spazio e tempo ,sono correlati con la velocità,quindi piu ti avvicini  alla velocità della luce piu lo spazio si comprime(mi sembra ma non sono sicuro) e il tempo rallenta.
In sostanza :per raggiungere la velocità della luce ,serve energia infinita, e il tempo si fermerebbe. (Se la si superasse in linea teorica si tornerebbe indietro nel tempo??) :hai:.
Senza i raziatori e i loro portali,la ricerca di un pianeta simile alla terra è inutile,tanto non lo si puo raggiungere con la scienza attuale :dho:
Ah una piccola nota  astronomica legata a un difetto del gioco: In ME2 la flotta migrante quarian si trova in un sistema vuoto costituito da 2 stelle gemelle..mi pare una blu e una nana blu.
Perche quando attracco sulla Rayya e guardo  fuori dal finestrino si vede una stella sola  :whyso:?XD  svista dei programmatori mi sa...peccato perche poteva essere un gran panorama  :what:  In ME 4 voglio vedere una stella di neutroni  :fincross:
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: Afterlife - Gen 04, 2013, 04:48:33 pm
Conoscendoci come specie,sono d'accordo sul fatto che: o avremmo timore se la razza fosse superiore o che la sottometteremo,se inferiore...la convivenza paritaria e disinteressata con il diverso non è possibie :sisi: :yes:
Per quanto riguarda la relatività..l'ho capita ed è una seccatura..praticamente piu ti avvicini alla velocità della luce,piu l'energia richiesta per accellerare di pochissimo è esponenzialmente maggiore,a tal punto che per andare alla velocità della luce è rischiesta energia infinita. Spazio e tempo ,sono correlati con la velocità,quindi piu ti avvicini  alla velocità della luce piu lo spazio si comprime(mi sembra ma non sono sicuro) e il tempo rallenta.
In sostanza :per raggiungere la velocità della luce ,serve energia infinita, e il tempo si fermerebbe. (Se la si superasse in linea teorica si tornerebbe indietro nel tempo??) :hai:.
Senza i raziatori e i loro portali,la ricerca di un pianeta simile alla terra è inutile,tanto non lo si puo raggiungere con la scienza attuale :dho:
Ah una piccola nota  astronomica legata a un difetto del gioco: In ME2 la flotta migrante quarian si trova in un sistema vuoto costituito da 2 stelle gemelle..mi pare una blu e una nana blu.
Perche quando attracco sulla Rayya e guardo  fuori dal finestrino si vede una stella sola  :whyso:?XD  svista dei programmatori mi sa...peccato perche poteva essere un gran panorama  :what:  In ME 4 voglio vedere una stella di neutroni  :fincross:

Da quello che ricordo di aver studiato al liceo riguardo alla relatività più ti avvicini alla velocità della luce e più la massa e le lunghezze aumentano tendendo ad infinito una volta raggiunta la velocità della luce. Quindi teoricamente è impossibile accelerare un corpo con qualsiasi massa alla velocità della luce. Infatti i fotoni (le particelle che compongono la luce hanno massa nulla). L'unico modo per viaggiare più veloci della luce è "creare" una curvatura nello spazio/tempo ovvero "collegare" due parti molto distanti dell'universo. Molto simile per via teorica a creare una galleria attraverso la montagna, quindi in questo modo anche viaggiando a velocità sotto quella luminale andrei a coprire una distanza maggiore in minor tempo rispetto ad un teorico viaggio a velocità della luce (spero di essermi spiegato abbastanza bene).
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: Mordin Solus - Gen 04, 2013, 05:15:30 pm
Conoscendoci come specie,sono d'accordo sul fatto che: o avremmo timore se la razza fosse superiore o che la sottometteremo,se inferiore...la convivenza paritaria e disinteressata con il diverso non è possibie :sisi: :yes:
Per quanto riguarda la relatività..l'ho capita ed è una seccatura..praticamente piu ti avvicini alla velocità della luce,piu l'energia richiesta per accellerare di pochissimo è esponenzialmente maggiore,a tal punto che per andare alla velocità della luce è rischiesta energia infinita. Spazio e tempo ,sono correlati con la velocità,quindi piu ti avvicini  alla velocità della luce piu lo spazio si comprime(mi sembra ma non sono sicuro) e il tempo rallenta.
In sostanza :per raggiungere la velocità della luce ,serve energia infinita, e il tempo si fermerebbe. (Se la si superasse in linea teorica si tornerebbe indietro nel tempo??) :hai:.
Senza i raziatori e i loro portali,la ricerca di un pianeta simile alla terra è inutile,tanto non lo si puo raggiungere con la scienza attuale :dho:
Ah una piccola nota  astronomica legata a un difetto del gioco: In ME2 la flotta migrante quarian si trova in un sistema vuoto costituito da 2 stelle gemelle..mi pare una blu e una nana blu.
Perche quando attracco sulla Rayya e guardo  fuori dal finestrino si vede una stella sola  :whyso:?XD  svista dei programmatori mi sa...peccato perche poteva essere un gran panorama  :what:  In ME 4 voglio vedere una stella di neutroni  :fincross:

Tutto quello che dici é giusto in linea di massima. La velocitá della luce é impossibile da raggiungere, e anche solo avvicinarcisi richiederebbe una quantitá di energia mostruosa D:. Ma non é tutto, poiché in Mass Effect si viaggia spesso a velocitá FTL (faster than light) senza tenere conto della dilatazione temporale. In altre parole, se dovessimo viaggiare verso Alpha Centauri (4.3 anni luce di distanza) alla velocitá della luce, chi é sull'astronava sperimenterebbe un viaggio lungo un'ora e un quarto, mentre sulla terra sarebbero passati 4.3 anni. Naturalmente per distanze tipo 100 anni luce, mentre passerebbero due giorni sull'astronave, passerebbero cento anni sulla Terra :D :D :D.

Per quanto riguarda le stelle di neutroni si sá che sono densissime: credo che dovresti vederle da molto lontano per non essere catturato dal campo gravitazionale :D
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: Simo_m9A1 - Gen 04, 2013, 07:19:40 pm
Si..sono quelle supernove collassate ,che pero eran troppo piccole come massa iniziale(piccole per modo di dire,visto che le supernove sono enormi)  e non sono collassate a sufficenza per diventare buchi neri....la luce (fotoni) riescono ancora a uscire e gli atomi che la compongono sono stati compressi a tal punto che gli elettroni e i protoni si sono annullati XD
 Sarebbe carino implementare qualcosa di simile nella mappa galattica...e se ti avvicini troppo senti la gravità che attira la nave,e se ci finisci sopra "fallimento critico"
Per la relatività ho dimenticato la massa e vero....diventa infinita anche la massa...altra seccatura XD
Vero quanto detto da after....l'unico modo è piegare lo spaziotempo ,quindi passare istantaneamente da un punto ad un altro(teoria del film Hevent orizon-punto di non ritorno)
...il viaggio in linea retta ormai è superato."Bisogna abbandonare la ruota"
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: Mordin Solus - Gen 04, 2013, 07:43:19 pm
Hevent orizon non è quel film orror ambientato su una nave spaziale?. Mi pare che la roba di passare istantaneamente da un punto ad un altro si chiamo wormhole
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: Simo_m9A1 - Gen 04, 2013, 07:57:06 pm
Si..è quel film horror ambietnato appunto sulla Hevent orizon,che provando a saltare verso alpha centauri è scomparsa,riapparendo 7 anni dopo misteriosamente nell'alta atmosfera di nettuno.
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: Afterlife - Gen 04, 2013, 07:58:52 pm
Hevent orizon non è quel film orror ambientato su una nave spaziale?. Mi pare che la roba di passare istantaneamente da un punto ad un altro si chiamo wormhole

Si credo anch'io si chiami wormhole.   Per citare un film la curvatura spazio/tempo è più simile al creare un stargate che non un portale galattico in mass effect. Questo perchè anche se entrambi danno lo stesso risultato, ovvero uno spostamento istantaneo da un punto a ad un punto b, lo stargate funziona con una curvatura spazio tempo e quindi un "wormhole" mentre i portali di ME funzionano creando corridoi in cui la massa diventa nulla e si può viaggiare in FTL.
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: Simo_m9A1 - Gen 04, 2013, 08:05:32 pm
Beh tra rendere la massa della materia nulla,o creare portali di curvatura spaziotempo(o un motore a curvatura alla startrek...non c'entra ma ci stava XD) non so cosa sia piu facile..
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: Mordin Solus - Gen 04, 2013, 08:20:54 pm
Direi creare dei wormhole: difatti credo che anche corpi privi di massa non potrebbero superare la vel della luce, che pur potendo essere rallentat non puó essere accellerata, anche se priva di massa.
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: Simo_m9A1 - Gen 04, 2013, 08:23:09 pm
Direi creare dei wormhole: difatti credo che anche corpi privi di massa non potrebbero superare la vel della luce, che pur potendo essere rallentat non puó essere accellerata, anche se priva di massa.
effettivamente.....sarebbe anche piu utile!la velocità della luce è comunque troppo lenta,nelle distanze cosmiche


Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: Mordin Solus - Gen 04, 2013, 08:49:45 pm
E soprattutto causa una dilatazione temporale che renderebbe impossibile  per coloro che effettuano viaggi tornare al mondo che conoscevano
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: Afterlife - Gen 04, 2013, 09:03:22 pm
Si ma infatti! Oltre ad avere il problema della dilatazione del tempo rimane poi comunque teoricamente impossibile quello che avviene in mass effect. Proprio perchè viene detto che si supera la velocità della luce. L'unico fattibile per le leggi della fisica e per la comodità di non avere problemi con dilatazione di tempo, massa ecc è appunto la curvatura dello spazio/tempo. :sisi:
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: Simo_m9A1 - Gen 04, 2013, 09:22:13 pm
Bene..i motori ftl ,velocità iperluce e portali galattici sono stati smentiti! che ne pensate dei comunicatori relazionali quantici? :whyso:
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: Afterlife - Gen 04, 2013, 09:32:06 pm
Bene..i motori ftl ,velocità iperluce e portali galattici sono stati smentiti! che ne pensate dei comunicatori relazionali quantici? :whyso:

Da quello che so questi (sempre per via teorica) dovrebbero funzionare. Infatti indipendentemente dalla distanza i comunicatori relazionali quantici dovrebbero comunicare in modo istantaneo. Questo perchè ogni particella ha una propria "gemella" nell'universo e se questa interagisce, in automatico ed in modo simultaneo la sua gemella reagisce di conseguenza. Quindi si può comunicare in questa maniera.
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: Mordin Solus - Gen 04, 2013, 09:47:10 pm
Secondo wikipedia non funzionerebbero: ho letto un articolo sulle ftl communication e a quanto pare il quantum entanglement sarebbe impossibile da tradurre in informazioni....

Questo articolo spiega meglio http://www.physicsforums.com/showthread.php?t=231008 :
In pratica é necessario osservare entrambi i sistemi per poter rilevare in maniera efficace i cambiamenti nei coppie di quanti che sono "entangled". Quindi sarebbe necessario un altro sistema di comunicazioni non quantico per poter osservare l'apparato con cui si vuole comunicare, essendo cosí vincolato a comunicazioni non ftl, rendendo quindi inutile tutta la cosa in sé :spam:
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: Afterlife - Gen 04, 2013, 09:50:54 pm
Per informazioni molto complesse hai ragione, ma per informazioni del tipo 0/1 quindi in codice binario teoricamente è possibile da quello che so. Poi ovviamente non mi risulta che siano mai riuscito a realizzarne uno, quindi tutto ciò è puramente teoria :sisi:
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: Mordin Solus - Gen 04, 2013, 09:53:33 pm
Mi dispiace ma almeno per ora non é cosí :( . Leggi la parte che ho aggiunto sopra ;). (Comunque stanno progettando dei computer che invece di funzionare in binario funzionano attraverso i quanti, ma la mia conoscenza si ferma qui D:)
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: Afterlife - Gen 04, 2013, 10:06:21 pm
Si si ho letto grazie ;) . Be comunque questo esclude il funzionamento pratico del comunicatore quantico, perchè giustamente come hai detto te servirebbe una terza via di comunicazione non quantica. Però a mio modo di vedere questo non esclude che in futuro non si possa trovare un modo per bypassare questo problema (voglio sempre essere ottimista sul progresso scientifico dell'uomo :asd:). La cosa invece dove non si può fare nulla è riguardo alla FTL, la velocità della luce è impossibile da raggiungere, l'unico modo per viaggiare nello spazio è sempre quello del wormhole. :sisi: (ovviamente è sempre tutto in via teorica).
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: Simo_m9A1 - Gen 04, 2013, 10:32:05 pm
Beh after..per come lo hai spiegato te..è esattamente come lo spiegava IDA nel 2  :asd: Cmq sarebbe stato bello fosse possibile ...c'è qualcosa che si salva?  il CAIN?XD
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: Afterlife - Gen 04, 2013, 10:39:03 pm
Beh after..per come lo hai spiegato te..è esattamente come lo spiegava IDA nel 2  :asd: Cmq sarebbe stato bello fosse possibile ...c'è qualcosa che si salva?  il CAIN?XD

Riguardo a cosa ? XD   Be forse è meglio se lasciamo perdere se si salva ancora qualcosa, infondo è un videogioco e quindi molto si basa sulla fantasia degli sviluppatori :)
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: francy93 - Gen 04, 2013, 10:52:25 pm
Wow, quanti esperti abbiamo qui  :sisi:
Io purtroppo sono "abbastanza" (ma anche completamente) ignorante in materia... a parte varie teorie sparate dalla fantascienza e alcune cose "imparate"(e scordate il giorno seguente :S) da programmi a tema spaziale su History Channel o Nat Geo o altro non so proprio nulla... l'unica cosa che posso dire giusto per partecipare alla discussione è che molte cose che adesso ci sembrano impossibili, un giorno saranno sciocchezze e molti problemi che adesso sembrano insormontabili un giorno verranno superati in modi che adesso sono inimmaginabili... basta guardarci indietro, una volta anche dire che era la Terra a girare intorno al Sole e non il contrario era considerata stregoneria...
Non so su quale base affermiate che SICURAMENTE non si potrà superare la velocità della luce (non sono sarcastica o supponente, non lo so proprio :/), però io non ne sarei così sicura... alla fine sembrava che avessero trovato qualcosa di più veloce della luce (i Neutrini) poi però si è scoperto che era un errore (poi il mio lato da cospirazionista mi dice che va a finire che glielo hanno fatto rimangiare giusto perché i governi non potevano finanziare la ricerca, ma probabilmente sono solo io che sono paranoica :3)... però questo, suppongo, significhi che comunque stiano cercando un modo di infrangere questo "limite" e se tutti questi scienziati e esperti lavorano per raggiungere questo scopo, significa che almeno loro (che probabilmente sanno molto più di noi) credono che sia possibile.. non è sicuro che ci arriveranno mai, ma nemmeno impossibile :/
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: Mordin Solus - Gen 04, 2013, 11:20:52 pm
Si salvano le KINETIC BARRIERS. Quelle le stanno svilppando per le spacecrafts......non sono capaci di respingere proiettili ma possono proteggere da particelle e radiazioni :D

L'esercito inglese invece stá sviluppano una cosa simile per i carri armati. Dentro il carro si piazzano dei grandi capacitors, che trasmettono elettricitá alla zona della corazza che stá per essere colpita dall'RPG. Il campo elettromagnetico generatosi dovrebbe respingere il razzo. é ancora in sviluppo tutto ció, ma a me sembra perfettamente realizzabile :D
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: francy93 - Gen 05, 2013, 12:00:55 am
Si salvano le KINETIC BARRIERS. Quelle le stanno svilppando per le spacecrafts......

Meno male... allora anche il Marauder Shields potrà perfettamente esistere :D adesso posso morire felice (ma anche no)...

Sorry but you are not allowed to view spoiler contents.
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: Mordin Solus - Gen 05, 2013, 12:56:21 am
Il processo di sintesi é giá inziato, basti pensare ai pacemaker o alle protesi artificiali comandate con il pensiero.....ma é un processo lento e non ce accorgiamo D:
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: Marauder Shields - Gen 18, 2013, 04:49:12 pm
Da notare come anche la saga di ME abbia volutamente ignorato alcune leggi fisiche ormai riconosciuti dalla scienza, come fanno del resto un po' tutti i film o telefim più famosi che trattano Sci-Fi.

Per chi vuole approfondire io9 ha redatto una tabella con i film più famosi e come gestiscono la fisica.
Fare un paragone con ME è abbastanza facile.

http://io9.com/367792/bad-movie-physics-a-report-card

Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: Mordin Solus - Gen 21, 2013, 06:33:37 pm
Bella la tabella :omgomg:. Altra cosa assurda in ME é il fatto che i viaggi con vel vicina a quella della luce non facciano passare il tempo piú velocemente (esternamente all'astronave) come dettato dalla relativitá :spam:
Titolo: R: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: Alex_Sunshine - Gen 22, 2013, 12:40:50 am
Da notare come anche la saga di ME abbia volutamente ignorato alcune leggi fisiche ormai riconosciuti dalla scienza, come fanno del resto un po' tutti i film o telefim più famosi che trattano Sci-Fi.

http://io9.com/367792/bad-movie-physics-a-report-card
Come il suono delle esplosioni nel vuoto cosmico?
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: Marauder Shields - Gen 22, 2013, 10:53:33 am
Come il suono delle esplosioni nel vuoto cosmico?

Non si sente nulla, nello spazio non essendoci aria o altro che trasporti il suono non possiamo udire esplosioni o i motori di un razzo spaziale.

Come recitava una locandina di Alien "Nello spazio nessuno può sentirti girdare"
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: Mordin Solus - Gen 22, 2013, 11:25:38 am
Esatto! Il suono non é nient altro che un onda meccanica (che puó esser definita anche tramite equazioni applicabili alle onde stazionarie se non mi sbaglio....). Comunqie il suono non é altro che una serie di compressioni e dilatazioni, ovvero perturbazioni, dell'aria. Tramite l'orecchio captiamo delle perturbazioni che vengono poi convertite dal nostro cervello in suoni. Senza aria le perturbazioni non hanno alcun mezzo in cui viaggiare, anzi, non si generano proprio! É come se tu provassi a nuotare in una piscina vuota. A causa dell'assenza di suono, se non vogliono usare la radio, gli astronauti mettono a ontatto i propri elmetti, entrambi pieni d'aria, e possono cosí sentire la voce dell'altro, poiché le perturbazioni possono seguire il percorso aria vetro vetro aria :spam:
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: Marauder Shields - Gen 22, 2013, 11:48:06 am
Quando uno è dottore è dottore  :handshacke:

A proposito Doc, ogni tanto sento strani ronzii e quando dormo sogno sempre una foresta oscura piena di figure oleose che mi sussurano qualcosa.
E' grave?  :fear:

Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: Mordin Solus - Gen 22, 2013, 12:03:44 pm
Me la stavo tirando perché ho studiato questa roba di recente :spam:
Non saprei...hai fatto fuori dei pargoletti di recente? Comunque nel sogno cerca di dirigerti verso il fuoco :D
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: Simo_m9A1 - Gen 22, 2013, 04:28:33 pm
quella del suono la sapevo anche io dottor mordin u.u XD   Una cosa fattibile è il Mako. Bellissimo come si vedono bene le sospensioni a braccetti indipendenti mentre si viaggia XD!   Dubbio è come possa andar ancora con un motore a scoppio(ha le marmitte )
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: Mordin Solus - Gen 22, 2013, 06:46:15 pm
I falsi miti riguardo lo spazio creati dai videogames (e non solo). Mass effect é nominato spesso :spam: http://www.gamesradar.com/10-lies-video-games-tell-us-about-outer-space/
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: Marauder Shields - Gen 23, 2013, 11:09:12 am
Viva la licenze poetiche  :superman:
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: caporaletravers - Gen 23, 2013, 12:54:22 pm
Viva la licenze poetiche  :superman:


Vorrai dire "l'integrità artistica" :asd:
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: Araldo96 - Feb 25, 2013, 11:09:44 pm
io vorrei introdurre l'interessante argomento riguardante la materia oscura e l'energia oscura
l'energia oscura attualmente occupa il 70-75 per cento dell'universo,ed e la piu probabile causa dell'allontanamento delle galassie,la materia oscura 20 per cento (questa probabilmente fa l'inverso), e materia ordinaria 5 per cento
15 miliardi di anni fa l'energia oscura non esisteva,ma solo la materia oscura e materia ordinaria.
la mia ipotesi e che in realta l'energia oscura sia materia ordinaria trasformata visto che nulla si crea o distrugge,e che i buchi neri(stelle collassate) siano una manifestazione.
la materia oscura/energia oscura non reagisce alle radiazioni elettromagnetiche(luce)ma solo con la gravita,ed e cosi che sono riusciti a vedere la sua vera 'forma' .
la cosa che non riesco a spiegarmi e come la materia oscura e la materia normale si stiano trasformando spontaneamente nell'energia oscura.
e poi sara possibile usarla come fonte di energia?
Ritornando a ME
penso che l'accuratezza scientifica era buona nel primo,sembrava veramente accurato,poi hanno cominciato a stravolgere tutto inventando quel nuovo sistema di combattimento e interazione(omniblade omni bow adesso con reckoning),poi la trovata del crucibolo,e con i finali hanno dato il colpo di grazia.
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: Mordin Solus - Feb 25, 2013, 11:42:37 pm
La materia oscura é mooooolto interessante. Le teorie che la circondano sono ancora un pochino nebulose. Comunque sí, puó essere usata come carburante, ma é un pochino complicato. Difatti al contatto con la materia normale la materia oscura (antimateria) si distrugge. Non chiedermi come facciano a produrla, ma si puó :spam:!. Il problema é che costa ancora troppo per essere utilizzata come carburante. Per rendersi conto del potenziale energetico dell'antimateria basti pensare che per mandare una navicella su Marte ne basterebbero pochissimi GRAMMI.
Titolo: R: La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: Alex_Sunshine - Lug 12, 2013, 08:53:29 pm
Sbaglio o la stella studiata da Tali stava morendo troppo presto per via della materia oscura?
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: francy93 - Lug 12, 2013, 11:21:16 pm
Sbaglio o la stella studiata da Tali stava morendo troppo presto per via della materia oscura?

Se non vado errando, era l'energia oscura :/


Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: Araldo96 - Lug 13, 2013, 02:49:47 pm
Sbaglio o la stella studiata da Tali stava morendo troppo presto per via della materia oscura?
si Energia Oscura,un plot che il vecchio LW stava mettendo su per ME3,Dove i Razziatori il loro scopo era fermarla dal causare la 'Big Freeze' Ossia L'universo governato dall'energia oscura che separava le stelle fino a rendere impossibile il viaggio e la vita.
http://it.wikipedia.org/wiki/Energia_oscura#Implicazioni_per_il_destino_dell.27universo
se questa teoria è corretta,tra 14 miliardi di anni tutte le stelle non esisteranno più,e ci sarà solo il vuoto,rendendo impossibile la vita,non capisco come molti non riescano a vedere come sarebbe potuto essere adatto.
la ragione per me era adatta perchè gli 'organici' non guardano al futuro,pensando che sarà compito delle generazioni future.e quindi se ne fregano se 10 miliardi di anni non ci sarà più la vita.
i razziatori,essendo 'immortali' cercano di trovare una soluzione ma non possiedono le forze necessarie per fermarla una volta per tutte.ed ecco che entra in gioco il 'ciclo' .e costruiscono i portali che assorbono l'energia oscura ma solo a livello locale e allungano la 'vita' della galassia.Haelstrom era il segno che l'energia oscura stava per avere il sopravvento per cui decidono di fermarla una volta per tutte usando gli umani ,la loro 'Diversità genetica' come diceva mordin.era (per un motivo tutt'ora ignoto)ciò che i razziatori stavano cercando per finire il loro lavoro.
questo è secondo me ciò che il LW Drew Karpyshyn intendeva con il finale 'Energia Oscura',poteva rivaleggiare con Star Trek a livello di scienza e dettaglio(che mi affascina).
invece tutta quella tecnologia e concept buttato,  per impedire una cosa naturale nella vita,il 'caos'
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: caporaletravers - Lug 13, 2013, 08:23:41 pm
blablabla

peggio della wikia
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: Araldo96 - Lug 13, 2013, 09:18:49 pm
blablabla

peggio della wikia

se non sei interessato vattene per piacere
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: caporaletravers - Lug 13, 2013, 10:31:27 pm
se non sei interessato vattene per piacere



non ho dove andare, sono un barbone :C
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: francy93 - Lug 15, 2013, 02:02:28 am
Ho da fare un appunto sia a caporale che ad araldo:

capo, sai benissimo che se non hai nulla di costruttivo da dire, allora è meglio non dire nulla... "blablabla" non è certo una risposta, così come gli smile da soli...

araldo, per quanto il post di caporale potesse essere fuori luogo, tu non puoi di certo dire "vattene" ad un altro utente (in pratica non può farlo nemmeno un moderatore, figuriamoci un utente ad un altro)...

Ora stahp... non roviniamo un topic così intelligente come questo, pls D:


Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: Araldo96 - Lug 15, 2013, 01:27:11 pm
Ho da fare un appunto sia a caporale che ad araldo:

capo, sai benissimo che se non hai nulla di costruttivo da dire, allora è meglio non dire nulla... "blablabla" non è certo una risposta, così come gli smile da soli...

araldo, per quanto il post di caporale potesse essere fuori luogo, tu non puoi di certo dire "vattene" ad un altro utente (in pratica non può farlo nemmeno un moderatore, figuriamoci un utente ad un altro)...

Ora stahp... non roviniamo un topic così intelligente come questo, pls D:
capito ma se uno non può stare 5 secondi a discutere di qualcosa di serio senza che qualcuno posti cazzate o dire quanto non gli interessa di un argomento in un topic dove magari ad altra gente interessa,è meglio che vada in aree dove ha argomenti che gli interessano
e come se andassi per esempio nel topic sui Daft Punk e dicessi quanto sono pallosi,ma non lo faccio perchè rispetto i gusti degli altri oppure andassi sul topic di dragon age e dicessi che fa schifo.
io ho sopportato finora ma non ho pazienza infinita con i troll
Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: francy93 - Lug 15, 2013, 10:33:39 pm
capito ma se uno non può stare 5 secondi a discutere di qualcosa di serio senza che qualcuno posti cazzate o dire quanto non gli interessa di un argomento in un topic dove magari ad altra gente interessa,è meglio che vada in aree dove ha argomenti che gli interessano
e come se andassi per esempio nel topic sui Daft Punk e dicessi quanto sono pallosi,ma non lo faccio perchè rispetto i gusti degli altri oppure andassi sul topic di dragon age e dicessi che fa schifo.
io ho sopportato finora ma non ho pazienza infinita con i troll

Si, ok, ma non sta a te dire ad un altro utente di andarsene.... punto.

Comunque ora chiudiamola qui veramente, per pietà....


Titolo: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: Marauder Shields - Lug 17, 2013, 04:18:37 pm
io volevo vedere il sangue scorrere a fiumi   :mwuah:
Titolo: R: Re:La scienza dietro a Mass Effect
Inserito da: Alex_Sunshine - Lug 19, 2013, 05:51:21 pm
si Energia Oscura,un plot che il vecchio LW stava mettendo su per ME3,Dove i Razziatori il loro scopo era fermarla dal causare la 'Big Freeze' Ossia L'universo governato dall'energia oscura che separava le stelle fino a rendere impossibile il viaggio e la vita.
http://it.wikipedia.org/wiki/Energia_oscura#Implicazioni_per_il_destino_dell.27universo
se questa teoria è corretta,tra 14 miliardi di anni tutte le stelle non esisteranno più,e ci sarà solo il vuoto,rendendo impossibile la vita,non capisco come molti non riescano a vedere come sarebbe potuto essere adatto.
la ragione per me era adatta perchè gli 'organici' non guardano al futuro,pensando che sarà compito delle generazioni future.e quindi se ne fregano se 10 miliardi di anni non ci sarà più la vita.
i razziatori,essendo 'immortali' cercano di trovare una soluzione ma non possiedono le forze necessarie per fermarla una volta per tutte.ed ecco che entra in gioco il 'ciclo' .e costruiscono i portali che assorbono l'energia oscura ma solo a livello locale e allungano la 'vita' della galassia.Haelstrom era il segno che l'energia oscura stava per avere il sopravvento per cui decidono di fermarla una volta per tutte usando gli umani ,la loro 'Diversità genetica' come diceva mordin.era (per un motivo tutt'ora ignoto)ciò che i razziatori stavano cercando per finire il loro lavoro.
questo è secondo me ciò che il LW Drew Karpyshyn intendeva con il finale 'Energia Oscura',poteva rivaleggiare con Star Trek a livello di scienza e dettaglio(che mi affascina).
invece tutta quella tecnologia e concept buttato,  per impedire una cosa naturale nella vita,il 'caos'

Eh si molto interessante così. Se penso che hanno buttato tutto nel cesso.