Nome utente:

Password:

Dic 12, 2018, 05:47:11 am

Autore Topic: La scienza dietro a Mass Effect  (Letto 20093 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Mordin Solus

  • Co-writer
  • Hero
  • *
  • Post: 873
  • I am the very model of a scientist Salarian
  • Armi: Scorpion
  • Moralità:
    Rinnegato
La scienza dietro a Mass Effect
« il: Ago 16, 2012, 05:33:21 am »
Ok ho avuto un'altra delle mie idee geniali. Mass effect é un videogioco fantascientifico con una fortissima componente scientifica. Chi é appassionato a ME solitamente é anche interessato un minimo all'universo (non vale per tutti  :yes:). Quindi pensavo che qui potremmo discutere della scienza dietro a mass effect e dell'universo in generale. Siccome lo Spazio é la mia passione e penso di prendere astrofisica all'universitá, sarei lieto di discuterne con chi e interessato.
Oltre alla scienza di ME si potrebbe parlare per esempio di buchi neri, galactic cores, bosone di higgs (che é fondamentale per l'universo di ME), la ricerca di pianeti uguali alla terra e di vita aliena e cosí via. Fatevi sentire  :spam: :puulise:
Call Of Duty.......Call Of Duty never changes.

Offline Epantiras

  • Newser
  • Utente plus
  • *
  • Post: 283
  • Armi: M-27 Scimitar
  • Moralità:
    Neutrale
Re:La scienza dietro a Mass Effect
« Risposta #1 il: Ago 16, 2012, 11:40:47 am »
Mi piacerebbe contribuire alla conversazione, se non fosse per la mia già citata ignoranza in materia :-(

Offline Ellieshep

  • Admin
  • Utente premium
  • *
  • Post: 1339
  • let's make an ellie sandwich
    • www.MassEffectLegion.com
  • Armi: Lama Factotum
  • Moralità:
    Eroe
Re:La scienza dietro a Mass Effect
« Risposta #2 il: Ago 16, 2012, 12:04:33 pm »
quoto compagna epantiras, mi piace l'argomento ma sono un'ignorante patetata
enigma popstar's fun she wear burqa for fashion





live, believe, worry a bit

Offline Mordin Solus

  • Co-writer
  • Hero
  • *
  • Post: 873
  • I am the very model of a scientist Salarian
  • Armi: Scorpion
  • Moralità:
    Rinnegato
Re:La scienza dietro a Mass Effect
« Risposta #3 il: Ago 17, 2012, 08:13:56 am »
Non dobbiamo cominciare in maniera pesante :) Comunque neanche io riesco a comprendere la matematica complessa che stá dietro all'astrofisica, altrimenti non la dovrei studiare :D peró vi assicuro che é possibile discuterne senza tirare in ballo la matematica. Potremmo cominciare discutendo sul fatto se sia positivo o meno l'incontro con una razza aliena, anche se probabilmente noi non lo sperimenteremo......
Call Of Duty.......Call Of Duty never changes.

Offline Epantiras

  • Newser
  • Utente plus
  • *
  • Post: 283
  • Armi: M-27 Scimitar
  • Moralità:
    Neutrale
Re:La scienza dietro a Mass Effect
« Risposta #4 il: Ago 17, 2012, 02:08:47 pm »
Beh, visto che noi esseri umani siamo capacissimi di accogliere chi è diverso da noi, direi che incontrare una razza aliena sia una bazzecola ;-)

In ogni modo, gli alieni me li immagino di più come gli hanar o gli elcor, piuttosto che creature antropomorfe come i salarian o i turian.

Offline Mordin Solus

  • Co-writer
  • Hero
  • *
  • Post: 873
  • I am the very model of a scientist Salarian
  • Armi: Scorpion
  • Moralità:
    Rinnegato
Re:La scienza dietro a Mass Effect
« Risposta #5 il: Ago 17, 2012, 05:29:13 pm »
Secondo me l'incontro con una razza aliena sarebbe un disastro. All'inizio ci sarebbe un magnifico boom culturale e scientifico, ma bisogna considerare una cosa: l'universo ha quindici miliardi di anni, e noi come civilizzazione abbiamo occupato sí e no gli ultimi 6000 anni e come specie gli ultimi 2,5 milioni. Penso che le probabilitá che loro siano piú avanzati di noi siano molto alte. E se non mi sbaglio tutte le volte che l'uomo ha scoperto un'etnia inferiore (tecnologicamente) dopo breve tempo l'ha distrutta. Pensata agli indiani d'america, che erano mille anni indietro rispetto ai coloni. Citando machiavelli, l'introduzione di un potente forestiero é sempre ruinosa del principato. In poche parole se ci fosse un dislivello tecnologico abbastanza grande da consentire ad una specie di predominare sull'altra con pochi sforzi, sono sicuro che si arriverebbe ad una guerra. Se il dislivello tecnologico non é abbastanza grande, vi sarebbe una guerrra fredda. Nonostante ció stiamo cercando tramite dispendiosi progetti scientifici sia altri mondi simili al nostro sia altre razze aliene intelligenti......ma questa é una storia che spiegheró dopo, ora devo andare :the:
Call Of Duty.......Call Of Duty never changes.

Offline Epantiras

  • Newser
  • Utente plus
  • *
  • Post: 283
  • Armi: M-27 Scimitar
  • Moralità:
    Neutrale
Re:La scienza dietro a Mass Effect
« Risposta #6 il: Ago 17, 2012, 07:47:31 pm »
E' curioso che tu citi gli indiani d'America!! Proprio oggi pomeriggio ho visto un documentario sui devastanti effetti che la "civilizzazione" ha avuto sugli inuit... perdita delle tradizioni, suicidi, droga, alcool, difficoltà nell'integrazine ecc.
Temo che sia inevitabile cercare di "uniformare" chi è diverso, così anzichè perder tempo ad imparare la loro cultura per poterli gestire li trasformi in proletari sfigati da cui succhiare tasse. Ehm... scusate, mi sto infervorando.

Questa cosa di cercare forme di vita aliena a tutti i costi mi sembra da un lato molto infantile, dall'altro non riesco a non pensare che il fine ultimo sia trovarli prima che loro trovino noi per attaccare per primi - e rubare la loro tecnologia.

EDIT: volutamente soprassiedo all'effetto che può avere sulle religioni l'idea che ci siano altri esseri intelligenti nell'universo.

Offline Mordin Solus

  • Co-writer
  • Hero
  • *
  • Post: 873
  • I am the very model of a scientist Salarian
  • Armi: Scorpion
  • Moralità:
    Rinnegato
Re:La scienza dietro a Mass Effect
« Risposta #7 il: Ago 18, 2012, 09:35:04 am »
Penso che parlando delle religioni con la dovuta moderazione non si rischi di offendere nessuno :sisi:. Comunque il progeto SETI (Search for Extra-Terrestrial Intelligence) sonda tutto lo spazio alla ricerca di onde radio non regolari (quelle regolari sono emesse da stelle di neutroni). Le onde radio sono un passo fondamentale nello sviluppo di una civiltá. Tutte le trasmissioni di dati Girano intorno alle onde radio. É possibile analizzare i dati del SETI per dare una mano agli scienziati sul sito web del progetto, accessibile a chiunque. Pr la ricerca di un pianeta simile alla terra la storia é piú complicata. Prima di tutto si individua una stella simile al nostro sole. Dopodiché si analizzano le radiazioni luminose che emette, cosí da intuire quali elementi la compongono. Il suo diametro e la sua composizione ne lasciano intuire la massa. Quando un pianeta che orbita intorno a quella stella le passa davanti, appare come un'ombra sullo sfondo incandescente della stella. É possibile cosí intuirne la distanza dal sole tramite il periodo di rotazione intorno alla sua stella. Infatti il periodo dipenda dalla distanza dalla stella, che bisogna trovare, e dalla massa della stella, rilevata con le tecniche precedenti. Scoperta la distanza dal sole e la temperatura di questo, é possibile stabilire se il pianeta possa essere simile alla terra. Se non mi sbaglio giá un migliaio di pianeti sono stati classificati come earth like. Appena avró un pochino di tempo parleró dei buchi neri, che sono una delle cose che mi affascinano di piú, e mi informeró sulla relativitá del tempo, che a mio avviso é un qualcosa di sbalorditivo
Call Of Duty.......Call Of Duty never changes.

Offline Epantiras

  • Newser
  • Utente plus
  • *
  • Post: 283
  • Armi: M-27 Scimitar
  • Moralità:
    Neutrale
Re:La scienza dietro a Mass Effect
« Risposta #8 il: Ago 18, 2012, 12:48:51 pm »
Chissà... s'impuntano a cercare pianeti "simili alla terra" perchè li ritengono possibili portatori di vita aliena (simile alla nostra) oppure perchè già pensano ad una via di fuga una volta che la Terra sarà irrimediabilmente compromessa dall'inquinamento? :D

La teoria della relatività è oltre ogni mia possibilità di comprensione... il fatto che Marylin Monroe l'avesse capita dimostra di quanto fosse dannatamente intelligente!!

Offline Mordin Solus

  • Co-writer
  • Hero
  • *
  • Post: 873
  • I am the very model of a scientist Salarian
  • Armi: Scorpion
  • Moralità:
    Rinnegato
Re:La scienza dietro a Mass Effect
« Risposta #9 il: Ago 18, 2012, 05:25:55 pm »
Se non ci metti dentro la matematica non é impossibile da comprndere. Riguardo alla terra vorrei specificare che tra 5 miliardi di anni il sole diventerá una gigante rossa, poiché avrá finito il suo carburante (idrogeno) e comincerá a bruciare metalli pesanti (ferro, piombo....) espandendosi. Si espandera fino ad inglobare la Terra, che verrá completamente inceberita. Tra 5 mil. di anni non rimarra piú nessuna prova dell'esistenza dell'uomo, almeno sulla terra. Tutto quello che vediamo ora scomparirá completamente: cittá, monumenti, paesaggi, ogni singola traccia della nostra esistenza verrá cancellata definitivamente, e i futuri visitatori del sistema solare non sapranno mai che lí un giorno orbitava la terra, culla della razza umana. Per di piú tra 3 miliardi di anni la nostra galassia si scontrerá con quella di andromeda. Ma c'é ancora tanto tempo, e se l'uomo sopravviverá sino a quei giorni avrá giá trovato una soluazione. Sono indeciso se parlare di buchi neri, flare solari (che potrebbero distruggerci da un momento all'alrtro senza preavviso, o dello scontro tra galassie....
Call Of Duty.......Call Of Duty never changes.

Offline Epantiras

  • Newser
  • Utente plus
  • *
  • Post: 283
  • Armi: M-27 Scimitar
  • Moralità:
    Neutrale
Re:La scienza dietro a Mass Effect
« Risposta #10 il: Ago 18, 2012, 10:52:55 pm »
Beh, non dimentichiamo che ormai è appurato che l'universo si espanderà all'infinito, le stelle si spegneranno completamente e dubito sia possibile la vita in quelle condizioni. Avrei preferito che l'universo si contraesse per un nuovo big bang, almeno così la vita potrebbe ricominciare da capo - anche se questo vorrebbe dire la distruzione di tutto ciò che è stato prima.

Offline caporaletravers

  • Afterlife pass
  • Utente fedele
  • *
  • Post: 663
  • Moralità:
    Neutrale
Re:La scienza dietro a Mass Effect
« Risposta #11 il: Ago 19, 2012, 02:15:11 am »
Gli ultimi due post mi stanno facendo cadere in una sorta di depressione :(
I won't scatter your sorrow to the heartless Sea. You're all Diamonds.

Offline Mordin Solus

  • Co-writer
  • Hero
  • *
  • Post: 873
  • I am the very model of a scientist Salarian
  • Armi: Scorpion
  • Moralità:
    Rinnegato
Re:La scienza dietro a Mass Effect
« Risposta #12 il: Ago 19, 2012, 08:37:51 am »
Riguardo all'universo che si espande all'infinito non sono molto sicuro, mi informeró (comunque sono sicuro che ci siano varie teorie).
Anch'io mi deprimo pensando a queste cose, ma probabilmente non per il tuo stesso motivo. La fine delle cose é un qualcosa di inevitabile, e pertanto va accettato senza rifletterci. Quello che mi deprime é la quantità enorme di potenziale, di conoscenza, la vastità che l'Universo possiede. Mi deprime perché nell'epoca in cui siamo nati ci é concesso di sfiorare solamente con la punta delle dita quello che é l'universo. Immagina: la via lattea ha dalle 100 alle 300 miliardi di stelle, con altrettanti pianeti. Nell'universo ci sono miliardi di galassie. Immagina quanti mondi, quante altre forme di vita intelligenti (con questi numeri é inevitabile che si formino), quanta conoscenza, quanta cultura é racchiusa nell'universo e nei loro abitanti. Eppure a noi é concesso solamente di guardare da lontano l'universo e le sue galassie, senza poterne sbloccare il potenziale. Viviamo nella periferia di una galassia con un diametro di 120000 anni luce, e il massimo che siamo riusciti a fare é raggiungere la luna. La nostra galassia vicina (andromeda) ha un trilione di stelle (mille miliardi). Immagina la vastità, le altre forme di vita... E noi siamo confinati su questo pianetucolo, e magari a miliardi di anni luce di distanza, in una galassia lontana e a noi sconosciuta, su un mondo di cui non abbiamo mai sentito parlare, c'é qualcuno che guarda il cielo e pensa la stessa cosa. (tanto per farmi pubblicità questi temi sono contenuti mel racconto che ho scritto nella sezione free time, che é peraltro inerente a mass effect :D)
P.S: spero di non aver annoiato nessuno con questo papiro ;)
Call Of Duty.......Call Of Duty never changes.

Offline Epantiras

  • Newser
  • Utente plus
  • *
  • Post: 283
  • Armi: M-27 Scimitar
  • Moralità:
    Neutrale
Re:La scienza dietro a Mass Effect
« Risposta #13 il: Ago 19, 2012, 12:26:43 pm »
Purtroppo non credo che saremmo in grado di rapportarci ad una cultura aliena, forse nemmeno le nuove generazioni. Già tra di noi ci sono differenze abissali, ma siamo pur sempre tutti umani che vivono sulla Terra. Pensa ad una razza completamente diversa da noi che vive su un altro pianeta, completamente diverso dal nostro. Sarebbero incomprensibili.


Offline Mordin Solus

  • Co-writer
  • Hero
  • *
  • Post: 873
  • I am the very model of a scientist Salarian
  • Armi: Scorpion
  • Moralità:
    Rinnegato
Re:La scienza dietro a Mass Effect
« Risposta #14 il: Ago 19, 2012, 04:17:10 pm »
Io penso che forse una minuscola possibilitá ci sia, ma la razza dovrebbe essere inferiore. Poiché se fosse superiore ne avremmo timore e diffidenza, se fosse inferiore potremmo dominarla, senza tuttavia ottenere nessun progresso scientifico culturale notevole.
Call Of Duty.......Call Of Duty never changes.

 

SMF 2.0.11 | SMF © 2015, Simple Machines
Enotify by CreateAForum.com
| DarkBreak by DzinerStudio
Tutti i contenuti di questo forum sono opera originale©2012/14 MassEffectlegion.com by ellieshep
Se ne vieta la copia anche parziale al di fuori dello stesso.